Tenuta Ponte

LA STORIA

Il nome di “Tenuta Ponte” prende spunto da un ponte costruito dai Romani durante l'inizio dell'età imperiale. Questo ponte è più comunemente conosciuto come “ponte dei diavoli“ in quanto antiche leggende raccontano che il ponte fù costruito in una sola notte da alcuni demoni che lo utilizzavano come luogo di ritrovo durante le notti tempestose.

La cantina ha sede in Luogosano, sul versante destro della valle del fiume Calore, il cui insediamento originale risale al II secolo a.C., come attestano il ritrovamento di tombe, vasellame ed utensili da lavoro, nonché la presenza, quasi integrale, dell’antico romano, al quale l’azienda si è ispirata per la propria denominazione.

Tenuta Ponte è il risultato di forze, esperienze e competenze, messe tutte al servizio di un’idea: la produzione di Grandi Vini.

 

 

L’AZIENDA

Con più di 25 ettari di terreno quasi interamente destinati a vigneti, la Tenuta Ponte si estende, oltre che nel territorio di Luogosano, nei comuni di Taurasi, Fontanarosa, Lapio e Prata Principato Ultra, tutti compresi nell’area dei vini D.o.c.g. Taurasi, Fiano di Avellino e Greco di Tufo, in provincia di Avellino.

I terreni sono bene esposti e caratterizzati da un clima temperato e mediterraneo, con una dose ottimale di umidità, data dalle piogge primaverili e dalla presenza del fiume Calore, per il comprensorio del Taurasi e del fiume Sabato per il comprensorio del Fiano di Avellino e del Greco di Tufo. Tutti questi elementi, insieme alla stessa natura del suolo (in prevalenza argilloso calcareo), assicurano le condizioni più idonee per la produzione di uve e vini di pregio.

 

LA PRODUZIONE

La produzione delle uve avviene principalmente nei vigneti aziendali, dove si alternano impianti dei vitigni, greco, fiano, aglianico, sangiovese, merlot e coda di volpe. I vitigni vengono allevati a “cordone speronato” e a “gujot”.
La cantina produce oggi una vasta gamma di vini di pregio, il cui valore è garantito da una rigorosa fedeltà ai metodi di vinificazione tradizionali, opportunamente integrati (ma non stravolti) dal ricordo alle moderne tecnologie, con l’unico e costante obiettivo di puntare a una qualità sempre più elevata.

 

 .     

 

 

Non ci sono articoli da mostrare.

Loading...
Loading...
Loading...